12 maggio 2017

Presentazione: "Hacker - Ricatto Virtuale" (Alexis Sanset)

Buon venerdì sera Readers! Che farete nel weekend? Permettemi un suggerimento dell’ultimo minuto su una lettura interessante, accattivante, in cui sentimenti e dark si fondono in un unico libro.
Allo scoccare della mezzanotte del 13 maggio 2017 (domani per chi avesse dimenticato la data odierna) sarà disponibile su Amazon il dark romance di Alexis Sanset intitolato “Hacker – Ricatto Virtuale”. Un romanzo  che troverete in ebook (€ 2,99) e da subito disponibile anche in cartaceo (€ 13,00).

Curiosi? Ecco la trama!
Scarlett è una giovane giornalista nel fiore della sua carriera e lavora per il Seattlenews, il giornale più famoso di Seattle. Il sogno della sua vita può dirsi finalmente realizzato per lei, ma ancora non sa che uno spiacevole inconveniente rischia di mandare completamente in fumo il suo successo.
Per uno scherzo del destino si troverà a dover assecondare i capricci di "Nevermore", pseudonimo di un hacker capace di tutto pur di arrivare ai suoi scopi. Colui che si sta divertendo a giocare con lei.
Tra richieste che si troverà in difficoltà a esaudire e l'entrata in scena di sentimenti contrastanti, sarà proprio grazie a lui che scoprirà la vera identità delle persone vicino a lei.


Ed ecco anche alcuni estratti davvero interessanti e stuzzicanti, che arrivano rispettivamente dai capitoli 7, 12 e 19:
Riesco a scorgere appena un ghigno famelico sotto quel cappuccio tenebroso mentre l’uomo si avvicina al parapetto del piano rialzato e mi guarda. O almeno credo sia così, dato che, per colpa della luce sfavorevole e del suo cappuccio, non riesco proprio a vederci niente.
«Benvenuta, Scarlett» le sue labbra iniziano a muoversi e il rumore che ne esce penetra direttamente i miei timpani, mettendomi di nuovo in guardia. Le sue parole echeggiano nel vuoto risuonando diverse volte prima di cessare del tutto.
«Forse ti starai domandando perché ti ho fatta venire fin qui.» Le sue labbra tornano a muoversi dopo qualche secondo di silenzio. La sua voce mi mette i brividi, è poderosa, incalzante. Non so come reagire, mi sento completamente impotente. Cerco di non badare troppo ai pensieri, deglutendo dal nervoso.

«Devi capire che non devi mai più fare una cosa del genere. Tu, in qualche modo, appartieni a me. Quando ti chiamo devi correre, quando ti cerco devi rispondermi. Io sono Nevermore e posso rovinarti la vita. Devi capire chi comanda, devi sottostare a me, qualsiasi cosa io voglia. E non dovrai mai parlare di me con qualcuno, o credere di potermi fregare in qualche modo. Ricordati, Scarlett. "Cave Canem
 «Assaggia» mi ordina con un tono prepotente proprio nel momento in cui il liquido cola sulle mie labbra.
Il suo dito preme forte contro la mia bocca, che inizialmente rifiuta la richiesta e prova a contrastare la sua pressione rimanendo serrata, ma poi lui mette sempre più forza e a un certo punto vince.
La sua aria compiaciuta mi innervosisce, ma il sapore non mi dispiace. Carezzo il suo indice con la mia lingua poco alla volta, mentre lui emette rumori di piacere. Lo vedo mordersi un labbro nel tentativo di contenere la lussuria che si rispecchia nei suoi occhi.
«Ripeti quello che hai detto» ordina quasi come una sfida, mentre il suo dito gioca con la mia lingua. Il suo tono è imperativo, solletica le mie orecchie come se potesse darmi più piacere solo parlando. I suoi occhi sono glaciali come al solito, ma celano fiamme che in questo momento sembrano inestinguibili.
«Maiale» ribatto io cercando di essere comprensibile.
Uno schiaffo proveniente dalla sua mano sinistra raggiunge immediatamente il mio viso, che schiocca nuovamente facendomi emettere un urlo di piacere misto a dolore. Il bruciore della guancia si unisce al fuoco che sento dentro e non fa che alimentarlo.
«Sei tu il maiale» continuo a ripetere bramando un’altra sberla.
«Vis grata puellae» mormora lui, senza che io ne capisca il significato, schiaffeggiandomi sulla coscia.

Nessun commento:

Posta un commento