26 giugno 2017

ANTEPRIMA: "LA MIA VITA CON TE" (Sonia Gimor)

Buongiorno Readers! Quest'oggi abbiamo preparato per voi un qualcosa di nuovo: la recensione doppia. Ma fattore più rilevante è che si tratta di una doppia recensione in ANTEPRIMA! Infatti abbiamo letto e abbiamo espresso il nostro parere su un libro in uscita proprio quest'oggi e che era attesissimo dalle ammiratrici di Luca e Giulia, protagonisti già del primo romanzo di Sonia Gimor.  Seguiteci dopo lo stacco per leggere i nostri pareri!!!  

La mia vita con te
Sonia Gimor
Data pubblicazione: 26/06/2017
Editore: Gilgamesh Edizioni
Serie: Crystal Series (#2)
Finale: Conclusivo per la storia di Luca e Giulia
Genere: Sport Romance
Trama: Gli europei sono appena terminati e Giulia ha ottenuto la qualificazione ai mondiali. Nonostante i successi sportivi, la vita privata dei nostri protagonisti ha preso una piega inaspettata. Sarà davvero tutto finito? Un campionato mondiale da preparare, infinite paure da sconfiggere, una pagina dolorosa da voltare definitivamente... per Luca e Giulia, la gara più importante sta per cominciare.
Sonia Gimor è tornata! E questa volta vi anticipo già che mi ha conquistata immediatamente. Già perchè, con il primo romanzo su Luca e Giulia non ero proprio convinta... ma andiamo con ordine.
“La mia vita con te” è il secondo libro della duologia legata alla storia d’amore tra l’ex campione Luca Zori e la sua atleta emergente, Giulia Bennetta, ma è anche il secondo titolo inserito nella serie Crystal (una serie sport romance, i cui romanzi sono ambientati tutti intorno al pavimento di cristallo dei palazzetti per il pattinaggio). Luca e Giulia, Giulia e Luca, pattinatrice e allenatore. Un amore, il loro, nato sulla pista ghiacciata tra un axel e una trottola, ma fortemente ostacolato dal passato ingombrante che entrambi devono affrontare sia come esseri indipendenti, che come coppia; lei lotta contro Lorenzo (l’ex violento) e le sue paure, lui se la deve vedere con Elena, le sue insistenze e vendette.
Quando ho letto “La mia gara con te”, a inizio anno, ho detto chiaro e tondo che il libro mi era piaciuto ma non mi aveva preso e convita più di tanto; nonostante tutto aspettavo questo secondo libro con trepidante attesa, visto il cliffhanger finale! Finalmente il momento è arrivato e devo dire di essere rimasta piacevolmente sorpresa: si è rivelato una lettura a dir poco accattivante e molto più empatica della prima parte.
Il libro comincia esattamente dal momento in cui è finito il primo e si ha da subito a che fare con Luca e la sua rabbia, la sua confusione e disperazione. L’emotività di chi ama in modo pressochè totalitario, il cui tutto è improvvisamente scivolato via, scappato, volatilizzato. Senza ragione. Parallelamente a questo stato emozionale, c’è la reazione di Giulia che, nonostante la sofferenza, per paura fa la parte della muta eroina. Ruolo che a più riprese si ripresenta ed è, lasciatemelo dire, un po’ snervante anche se comprensibile, visto il passato e vista la cattiveria umana. A tratti avrei voluto prendere Giulia e dirle “Amica, va bene tutto ma, ti prego, svegliati e reagisci!”. A parte questo è innegabile non notare e apprezzare la maturazione dei due protagonisti e la consapevolezza di potersi fidare reciprocamente. È ottimo l’equilibrio tra le pagine hot e quelle soft e la narrazione dai due punti di vista permette una full immersion nella storia e, soprattutto nel pov di Luca, la figurazione delle scene narrate è limpida come lo scorrere delle scene di un film.
"Mi manca. Mi manca da impazzire. E lo sento."
Tutta questa seconda parte della storia si sviluppa in un arco temporale di circa 3 mesi, esattamente dalla fine dei campionati europei a quella dei mondiali. Le vicende personali dei due protagonisti, permettono al Team Bennetta  di riscoprire, tra alti e bassi, la forza dell’amicizia e il senso di appartenenza ad una famiglia differente da quella consanguinea. Numerose sono le frasi memorabili e non mancano nemmeno gli episodi di romanticismo (quello delle favole) e quelli divertenti ma imbarazzanti, che semmai non riguardano nemmeno direttamente i protagonisti ma altri elementi dello staff. Riguardo alle citazioni che restano nel cuore, è molto bella e riflessiva, seppur a mio parere un po’ inverosimile legata al contesto in cui è espressa, la dedica che, attraverso Luca, la Gimor fa delle donne.

“La mia vita con te” è un romanzo equilibrato e completo, che rapisce la mente e si lascia divorare in pochissime ore, pur restando dentro al cuore molto a lungo. La volta scorsa, nella recensione de “La mia gara con te”, avevo notato i numerosi refusi presenti e questa volta devo complimentarmi sia con Sonia che con la ce, perché nonostante qualche errore ci sia qua e la, non sono elementi gravi, sintomo che questa volta, il nuovo editor ha prestato molta più attenzione e cura.
Il Team Bennetta già mi manca, perciò mi auguro che molto presto la casa editrice pubblichi anche gli altri libri della serie; sono super curiosa di conoscere meglio Francesco e Martina!!! Grazie Sonia per aver scritto non solo di un amore forte come quello di Zori e Bennetta, ma anche per averlo fatto in un ambito sportivo così speciale e magico, come sono suggestive certe storie d’amore. Inoltre una copertina così perfettamente incastrata nella storia è rarissima da trovare e solo chi leggerà questo secondo libro della Gimor, potrà capirla. Complimenti per la scelta!

Prima di lasciare la parola a Lucy, chiedendo scusa a Sonia per averla fatta stare in “ansia da prestazione” dopo la precedente recensione che, come accennato prima, non era particolarmente positiva, e la ringrazio per essersi lasciata recensire per la seconda volta.
"Il coraggio non è la mancanza di paura, piuttosto la consapevolezza che qualcosa sia più importante della paura stessa"
Lory
 
***********

Dopo la mia gara con te ecco il tanto atteso sequel la mia vita con te, che andrà a chiudere questa bellissima duologia facente parte della serie Crystal. L’ho letto in anteprima per voi e posso già anticiparvi che non ne resterete delusi. Le pagine e il susseguirsi delle parole vi cattureranno come magneti e vi faranno emozionare.
“Questa notte la dedico a tutte le donne che soffrono, combattono contro la violenza e riescono a voltare pagina. Questa notte raffigura il vero amore e la dedico a noi perché rappresenta ciò che siamo stati, che siamo e che saremo. Questa notte la dedico a me e all’amore che non credevo avrei mai provato."
Fin dalle prime pagine ritroveremo i nostri protagonisti. Ricordate come li avevamo lasciati? Ebbene sì, non sarà facile vivere la loro separazione. Troviamo un Luca che si è perso nel proprio dolore, rinchiuso nella solitudine e nella disperazione. Di quel dolore però ne farà la sua forza, come un mare in tempesta, Luca tornerà più combattivo di come lo avevamo conosciuto. Affronterà i nemici che, non mancheranno di tramare alle spalle; tutto per poter vincere la sua vita con la donna che ama, la sua “campionessa”. Anche per Giulia non sarà facile ritornare alla sua quotidianità. La paura sarà per lei una temibile nemica, una presenza costante, che la perseguiterà nelle sue scelte e nei suoi gesti; offuscherà i suoi pensieri facendola smarrire più di una volta lungo la strada per la felicità. Dovrà trovare il coraggio di affrontare e vincere la gara più importante: quella con se stessa. Giulia si troverà a dover gareggiare per il podio, ma anche per il proprio amore. La sfida sarà ardua e difficile. Luca e Giulia si amano profondamente e non potranno a fare a meno di volersi, di desiderarsi, ma può bastare questo per tenere unite due persone?
“Sei mia in tutti i modi che ti vengono in mente”
Una frase molto presente, che ritroveremo spesso in queste pagine. Una promessa d’amore che Luca fa alla sua Giulia, perché se due anime sono destinate a vivere la loro vita insieme, state pur certi che sarà così anche contro le avversità.
L'amore non è fatto solo di grandi gesti, ma vive in tante piccole cose che popolano le nostre vite e che, con la loro semplicità, ci rendono felici e danno un senso alle nostre giornate. Lo stile di Sonia Gimor mi ha emozionato ancora una volta, esattamente come nella mia gara con te, il mio cuore è stato avvolto dalla sua delicatezza, dalla sua semplicità e dalla sua eleganza di espressione. Una storia d’amore che vi farà riflettere su come lottare contro le paure e le insicurezze, su come credere in noi stessi e essere forti. 
“Le sfide possono essere sempre vinte. Basta volerlo.”
Una storia d’amore che vi farà battere il cuore dal primo capitolo fino all’epilogo.

Lucy


Nessun commento:

Posta un commento